Sei un musicista? Bene. Sai qual è la tua utilità?

Questo post è il punto di vista di un musicista che parla a un giovane con il sogno di diventare un professionista della musica. Dopo più di 35 anni della mia vita dedicati alla musica in tutte le sue possibili sfaccettature (insegnante, compositore, turnista, fonico, musicologo…), ritengo di avere alcune idee chiare su quelle che sono le possibilità di vivere di musica in Italia. In tutto questo tempo ho cercato di migliorare la posizione, la qualità, la facilità di accesso e di apprendimento della musica, partendo dall’idea che tutto quello che riuscivo a trovare di buono e utile per me … Clicca per proseguire la lettura

Oramai sono tutti d’accordo: il musicista è un povero disadattato

Domanda: Perché i musicisti di mestiere sono considerati come professionisti di serie B? Risposta: Perché se lo meritano… perché non sono preparati! Basta come motivazione? Diciamo la verità. Nella migliore delle ipotesi molti musicisti sono dei bravi “operatori alla macchina” – lo strumento, ma senza il loro aggeggio tra le mani sono una nullità musicalmente, culturalmente e spesso anche caratterialmente (intesi come “senza carattere”). Sì, potranno anche essere persone con grande immaginazione e forse sono dei veri romantici, ma quando li metti di fianco a un professionista vero tipo avvocato, ingegnere, medico, non possono reggere il confronto a livello di … Clicca per proseguire la lettura