A solo bass album: a few composition hints about my “Gestire lo Spazio”

It’s not easy to talk about one’s own music. What’s more I’m not used to doing it. Gestire lo spazio – quite a challenging work! However I thought it could be useful to provide a sort of listening guide to this solo bass album album. It is not a typical commercial product. And it does not present the classical features of an electric bassist’s album, either. You can preview all tracks from itunes: https://itunes.apple.com/us/album/gestire-lo-spazio/id302511356 I decided to leave the title in Italian because it sounded effective and meaningful to me. Sound space, the space in a cd, and the space … Clicca per proseguire la lettura

Quell’artista ha successo? Sì, ma tanto è solo marketing!

I musicisti di successo molto spesso ammirano gli altri musicisti di successo. Gli “sfigati” sono invece tendenzialmente maldisposti nei confronti dei musicisti di successo. Questo si nota molto se si ha rapporti con musicisti stranieri provenienti specialmente da nord Europa o Stati Uniti. In questi paesi l’invidia tipica del nostro modo di pensare è rarissima, questo perché quando un musicista ha successo diventa per gli altri musicisti una persona di grande ispirazione, qualcuno da cui imparare qualcosa o da prendere a modello. Per la maggior parte dei musicisti italiani questo atteggiamento di “ammirazione” è ritenuto sbagliato, oppure istintivamente si tende … Clicca per proseguire la lettura

Nuovo laboratorio sull’improvvisazione (Fase 1)!

Ovvero “Come risolvere i problemi del suonare in gruppo, evitando figure di m… davanti agli altri musicisti” Abbiamo iniziato lo scorso 22 aprile la Fase 1 del Contemporary Jazz Lab, ovvero un laboratorio pratico molto importante per chi vuole dedicarsi all’improvvisazione all’interno di una band. Il concetto è quello di capire sia come utilizzare correttamente le dinamiche tra i vari strumenti, sia come fare per creare sonorità e linee non convenzionali… ma sempre evitando di fare figuracce con i colleghi musicisti! Come funziona Ci sono 5 argomenti, uno per incontro. Ciascuno rappresenta un angolo specifico essenziale per poter suonare musica … Clicca per proseguire la lettura

Sei un musicista? Bene. Sai qual è la tua utilità?

Questo post è il punto di vista di un musicista che parla a un giovane con il sogno di diventare un professionista della musica. Dopo più di 35 anni della mia vita dedicati alla musica in tutte le sue possibili sfaccettature (insegnante, compositore, turnista, fonico, musicologo…), ritengo di avere alcune idee chiare su quelle che sono le possibilità di vivere di musica in Italia. In tutto questo tempo ho cercato di migliorare la posizione, la qualità, la facilità di accesso e di apprendimento della musica, partendo dall’idea che tutto quello che riuscivo a trovare di buono e utile per me … Clicca per proseguire la lettura

Oramai sono tutti d’accordo: il musicista è un povero disadattato

Domanda: Perché i musicisti di mestiere sono considerati come professionisti di serie B? Risposta: Perché se lo meritano… perché non sono preparati! Basta come motivazione? Diciamo la verità. Nella migliore delle ipotesi molti musicisti sono dei bravi “operatori alla macchina” – lo strumento, ma senza il loro aggeggio tra le mani sono una nullità musicalmente, culturalmente e spesso anche caratterialmente (intesi come “senza carattere”). Sì, potranno anche essere persone con grande immaginazione e forse sono dei veri romantici, ma quando li metti di fianco a un professionista vero tipo avvocato, ingegnere, medico, non possono reggere il confronto a livello di … Clicca per proseguire la lettura